Storia

The most famous Folk Festival in World
“I didn’t know you could play trumpet thet way”
Miles Dives, a Guca Festival visitor.

Il piccolo e caratteristico villaggio di Guccia si trova nell’area di Dragacevo, parte ovest della Serbia. E’ conosciuto nel mondo per il suo magnifico festival di trombe. Ogni anno in Agosto, Guccia ospita il più grande ed importante festival di trombe del mondo. L’amore per il suono delle trombe nacque nel 1831, quando il Conte Milos Obrenovic organizzò la prima orchestra militare di trombe. Da allora in poi la passione per quel magico suono ha continuato a vivere nell’area di Dragaceva: nelle strade e nei locali, si può costantemente sentire quel sublime ed unico suono delle trombe di tradizione serba.
Il suono delle trombe ha accompagnato, ed accompagna tutt’ora, i momenti più importanti della gente serba, siano essi abitanti dei villaggi o delle città: la nascita, il battesimo,il matrimonio, il funerale, la festa Slava, il reclutamento alle armi, le feste religiose, le feste di Stato, la semina e la raccolta. Questa musica, nonostante sia mutata nel tempo, per l’aggiunta di nuovi suoni e ritmi, continua ad esprimere lo spirito del tradizionale suono delle trombe. Esempi di questa sublime combinazione li troviamo nelle musiche di folklore, nelle marce militari, nel famoso ciocek e nella musica moderna.

Durante il Festival di Guccia tutti, senza esclusione, si fanno trascinare dai ritmi tradizionali e dalle melodie, e danzano quasi inconsapevolmente seguendo l’istinto per la musica e per la cultura.
Il magico suono delle trombe di Dragacevo negli ultimi 200 anni è riuscito a mantenere intatto lo spirito della tradizione senza farsi intaccare da nessuno degli eventi politici che hanno coinvolto la Serbia. Tutt’oggi la Serbia è conosciuta e si distingue dal resto del mondo per la sua inconfondibile musica e melodia tradizionale.
Al festival di Guccia molti suonatori si immergono totalmente nella cultura tradizionale indossando i costumi tradizionali durante le parate e la competizione. La musica, i costumi, le danze etniche e tutti gli altri elementi di folklore si immischiano con un pubblico proveniente da tutte le parti del mondo, creando una commistione unica di elementi internazionali e nazionali.
I virtuosi musicisti che ospitano il festival di Guccia vengono da una lunga tradizione musicale. La loro musica non proviene da lunghi studi, ma da una lunga pratica, da un naturale talento e da un particolare stile di vita che vede la musica come protagonista. Non sanno scrivere la musica, ma sanno suonare spontaneamente i ritmi della loro cultura tradizionale ricordando le note scalfite nel loro cuore.
Oggi questa festa della musica è riconosciuta come patrimonio unico dell’arte musicale, una musica esuberante ed unica che diventa ogni anno sempre più popolare nel mondo.
Il primo festival di suonatori di trombe fù organizzato in Guccia il 14 ottobre del 1961 all’entrata della chiesa di San Arcangelo Mihailae e Gavrilo. Si trattava di un festival piuttosto modesto, seppure assumeva un accento sovversivo rispetto alle circostanze politiche del momento. Il Festival di Guccia lentamente è cresciuto nel tempo ed ha pian piano disseminato una magica atmosfera in tutto il mondo. Oggi si può sicuramente considerare il Festival dei Festival. Il Festival non è più solo il festival delle trombe, ma è diventato con il tempo anche il festival dei parolieri, il festival dei pittori, il festival degli scultori, il festival dei cantanti e dei danzatori.
L’ inno con il quale si dà inizio al festival è una famosa canzone popolare che si intitola ” Da Ovciara e Cablara”.
Eccetto alcuni festival di musica sacrale, il festival di Guccia è il più antico di tutti ( 45 anni) e attrae molti musicisti provenienti da tutto il mondo: australiani, italiani, francesi, canadesi, americani, svedesi, inglesi, olandesi, spagnoli, cinesi etc
Per i suonatori di trombe è un grande onore partecipare al festival di Guccia e per i visitatori una magnifica ed unica esperienza. Il record dei visitatori si è raggiunto nel 2002 con 300000 visitatori.
Oggi il festival di Guccia si può trovare nella mappa dei migliori festival mondiali in quanto si continua a contraddistinguere per la sua calorosa ospitalità e per la sua professionalità organizzativa.
Guccia è ben conosciuta come la capitale delle trombe e come posto che regala gioia, energia positiva e spontaneità d’animo. Con il penetrante, ma gentile suono delle trombe, Guccia è durante il festival il posto dove l’animo e il cuore possono rinnovarsi a suon di musica.
Nomi come Boban Markovic, Milan Mladenovic, Ekrem Sejdic, Elvis Aidinovic, Feat Sejdic hanno reso famosi in tutto il mondo le trombe serbe.
Per quest’anno, quarantacinquesimo festival, si aspettano circa mezzo milione di visitatori.

Impressionante no!!!

Welcome to Gucha!

velika-sabor velikie5 velikie4 velikie2 velikie3